News

Il lavatoio medievale

Tra le stradine a ciottoli del meraviglioso borgo sul mare chiamato Cefalù, è possibile visitare un lavatoio medievale rimasto intatto nel tempo, risalente al ‘600 circa. Visitato da numeri esorbitanti di turisti provenienti da tutte le parti del mondo e in tutte le stagioni, è facile restare ammaliati dalla bellezza del posto che dimostra tutta la sua storia tramandata nel tempo, con le voci delle lavandaie siciliane che allegramente lavavano i panni battendoli sulle pietre che si trovano antistanti al lavatoio stesso. Tutta l’area è coperta da un enorme arco di influenza araba che introduce i visitatori in questo luogo meraviglioso, scendendo attraverso una scalinata di pietra che vi condurrà alle vasche riempite dall’acqua che scorre dalle teste di leone proveniente dal fiume Cefalino e che poi raggiunge il mare. Un’antica leggenda riecheggia tra le mura del paese: si vocifera che il fiume Cefalino nacque dalle lacrime di una ninfa che si pentì di aver ucciso per gelosia il suo amante; proprio per questo motivo all’ingresso di questo lavatoio è possibile leggere una scritta incisa sulla pietra che recita: “Qui scorre Cefalino, più salubre di qualunque altro fiume, più puro dell’argento, più freddo della neve

Open chat
Ciao,
come posso aiutarti?